Morbo di Pierce si può combattere con virus batteriofagi

Un gruppo di ricercatori della Texas A&M University ha proposto una nuova soluzione di biologica al morbo di Pierce, patologia della vite dalla Xylella fastidiosa, batterio trasmesso alle piante da cicaline vettrici. Come riportato da Western FarmPress il team di ricerca è guidato dal professor Carlos Gonzales, esperto di patologia vegetale e microbiologia bioambientale.

La soluzione proposta – allo studio da diversi anni (la ricerca alla base del trattamento è stata pubblicata nel 2016 e si trova qui) – si basa sull’uso dei fagi, virus batteriofagi capaci di andare a colpire esclusivamente il batterio responsabile del morbo di Pierce. I fagi selezionati per questa lotta biologica sono innestati all’interno del tronco della vite per combattere la Xylella dall’interno. Il trattamento proposto da Gonzales e dai suoi colleghi è stato già approvato dalla US Environmental Protection Agency (EPA) ed è commercializzato con il nome di XylPhi-PD.

FEB

Dai Mercati, Carlos Gonzales, EPA, morbo di Pierce, Pierce, Texas A&M University, Western FarmPress, xylella, Xylella fastidiosa
WORLD WIDE WINE NEWS