Ceev: “serve un piano strategico europeo per il vino”

Per affrontare la situazione da tempesta perfetta che sta attraversando il settore in questo momento, serve un piano strategico europeo per il vino. Questa il messaggio lanciato da Ignacio Sànchez Recarte durante la conferenza di presentazione delle previsioni vendemmiali 2023, tenutasi a Roma lo scorso 12 settembre.

Su Il Corriere Vinicolo n. 29 del 18 settembre 2023, pubblicata un’intervista esclusiva al Segretario generale del Ceev (Comité Européen des Entreprises Vins) che spiega quanto sia necessario oggi per il vino coordinarsi per una visione che sia univoca a livello comunitario e che sia poi declinata a livello di singolo Stato e regione. Questo perché sul presente e sul futuro del comparto incombono tre “spade di Damocle”: il cambiamento climatico con i suoi effetti, la diminuzione dei consumi e gli attacchi delle lobby anti-alcol.

 

Il cambiamento climatico è un problema globale, quindi la soluzione non può essere individuata a livello di un singolo Paese. Abbiamo bisogno di resilienza e dobbiamo puntare a un coordinamento dell’Ue per arrivare a un concetto di “Ricerca e Sviluppo” più facilmente applicabile.

Corriere, ceev, climate change, consumi, CV 29/2023, Ignacio Sanchez Recarte

WORLD WIDE WINE NEWS