Austria: cresce il consumo di vino domestico (+17%) ma la ristorazione è in crisi (-33%)

Österreich Wein Marketing – ente a supporto e coordinamento delle qualità e delle vendite del vino austriaco – ha pubblicato sul suo sito internet (http://www.oesterreichwein.at) un resoconto del mercato del vino per l’anno 2020. Il bilancio dell’anno del Covid-19 vede una situazione bipartita. Da un lato, infatti e secondo dati GfK , in Austria nel 2020 sono cresciuti in modo consistente i consumi in casa di vino austriaco (+17,3% in volume e è 18,1% in valore );

Weingipfel STMK 2009 – Weingut Tement, Verkostung Sauvignon blanc
© AWMB / Anna Stöcher

le vendite al dettaglio nel canale della distribuzione alimentare si sono invece incrementate del 16% in volume e del 17% in valore, con la particolarità che – percentuale più alta registrata dal 1997 – il 47,3% delle famiglie austriache ha lo scorso anno acquistato solo vino domestico, così che il vino prodotto in Austria ha raggiunto una quota del 74,9% delle vendite in questo canale (percentuale più alta dall’anno 2000). Prezzo medio del vino al dettaglio sostanzialmente stabile a 5,39 €/l vs 5,38 €/l del 2019.

Colore rosso invece per le vendite di vino nel canale della ristorazione (-33% vs 2019 le vendite dalle cantine ai ristoranti), quello di maggior importanza per molti produttori austriaci visto che ancora nel 2019 il 58% dei consumi di vino in Austria era attribuibile ai quanto servito nei ristoranti ed in occasione di eventi.


FEB

Dai Mercati, consumi Austria, Covid-19, Österreich Wein Marketing, OWM, Wine Austria
WORLD WIDE WINE NEWS