Spagna, in 20 anni ristrutturati 440.000 ha di vigneto

Tra il 2001 e il 2020 in Spagna sono stati ristrutturati e riconvertiti ben 439.894 ha di vigneto da vino, grazie ad un apporto di 2,353 miliardi di euro messi a disposizione dalla Comunità Europea, a partire dalla OCM Vino approvata nel 1999 e delle successive riforme della Politica Agricola Comune (PAC) con la OCM del 2008 e la successiva OCM “unica” del 2013, ed attraverso i piani di sostegno nazionali PASVE – Programa de Apoyo al Sector Vitivinícola (leggiamo questi da La Semana Vitivinícola, che a sua volta trova fonte nelle analisi del Fondo Español de Garantía Agraria, O. A. (FEGA) e delle Comunità Autonome spagnole).

La superficie oggetto di ristrutturazioni e conversioni negli ultimi vent’anni ha una quota del 46,6% di tutto il vigneto da vini spagnolo come stimato al 30 luglio 2020.

FEB

Dai Mercati, EU, Fega, ocm, PASVE, riconversione, ristrutturazione, ue, vigneto
WORLD WIDE WINE NEWS

UIV-BENE MINISTRO PATUANELLI SU PIANO SALUTE UE. SIAMO AL SUO FIANCO

“Apprezziamo la posizione espressa oggi dal ministro delle Politiche agricole, Stefano Patuanelli a salvaguardia del vino nell’ambito del piano anti-cancro della commissione Ue, che condanna indiscriminatamente il consumo del vino. Siamo a disposizione per sostenere la tesi del ministro in tutte le sedi, per valorizzare il modello mediterraneo, al centro del quale vi è un consumo moderato e responsabile di vino”.

Lo ha detto il presidente di Unione italiana vini (Uiv), Ernesto Abbona, in merito alle dichiarazioni rese oggi dal ministro Patuanelli durante il question time in Senato, fortemente contrarie alla criminalizzazione e all’attuazione di alcune decisioni contenute nel Piano di azione per migliorare la salute dei cittadini europei, che – secondo il ministro – traggono origine da “un approccio indiscriminato di lotta all’alcool con cui il vino non ha nulla a che fare”.

“Dobbiamo invitare i giovani – ha aggiunto Ernesto Abbona – ad approcciarsi al vino nei luoghi e nei modi più consoni, sostenendone un consumo moderato, abbracciando stili di vita e abitudini di consumo salutari: il vino consumato a tavola con il cibo è e resta il perno su cui è costruita la nostra civiltà gastronomica e il nostro modo di stare insieme con convivialità. Il vino è un elemento che crea socialità, comunicazione, condivisione. All’estero, dove magari gli stili di vita sono diversi, il vino italiano si distingue proprio per questo messaggio di radicamento e attaccamento con la terra, il paesaggio, l’ambiente, in una parola: con lo stile di vita italiano che accentua la qualità della vita” – ha concluso il presidente Uiv.

Confederazione, Italia, Politica, Unione Italiana Vini, Vino, cancro, ue, vino e salute
WORLD WIDE WINE NEWS

1 2 3 18